Skip to content
dic 2 / bandblog_admin

MENROVESCIO

Un tranquillo giovedì sera di Dicembre.

Non ho voglia di far pazzie, così mi siedo sul divano e spengo il cervello.

A far da sottofondo a questo dolce far niente la musica dei Menrovescio.

Sono una band dell’area veneta attiva dal 2007  che suona un  post rock strumentale e psichedelico che a tratti ricorda i Mogwai e a tratti i God is an Astronaut, tanto per darvene un’idea.

Hanno prodotto finora un album di sei pezzi dal titolo “Burning the sun“, uscito a Febbraio 2009 in completa auto produzione , dato che il packaging è  a cura della CikasLab di Riccardo Zulato, alias chitarrista della band. Gli altri due strumenti sono suonati rispettivamente da Andrea Stella (batteria) e Guido Morello (basso).

Profondi e possenti nei suoni, i Menrovescio si inseriscono bene nel genere creando ambientazioni cupe contrassegnate da un’androginità luminescente atta a sottolineare una metaforica caduta a spirale verso luoghi eterei ed immaginari, dove a definire i concetti non sono le parole, ma le proiezioni mentali condivise tra essere ed essere. In un mix di note dal colore salmastro e di riff al sapor di anacardo…

Potrei non sapere cosa ho detto nelle ultime tre righe, e voi potreste, di conseguenza, non capirlo, ma ha poca importanza: è solo quello che di getto si è materializzato sullo schermo del mio pc mentre ascoltavo i Menrovescio.

Dateci un ascolto, Ve lo consiglio.

E poi internatemi pure, se vi va…

Intanto:

\”Menrovescio/ Headphones Era (stop motion video)\”

A presto!

BeppeTesta

Share
Leave a Comment